Il blog parziale di un giornalista precario

Il blog di Agostino Riitano Twitter: @agoerre

Vogliono farci pagare cari i libri e la cultura

with one comment

Ecco il progetto della Moratti per la cultura e l'aggregazione a Milano: sigilli.

Nel silenzio più assordante, con l’opposizione impegnata a sbraitare contro i gusti sessuali del premier, sta passando in Parlamento una legge assurda. Porta il numero 1257 e, dopo l’ok della Camera dei deputati, andrà in Senato. Ma la cosa grave, anzi gravissima, è che tutti, destra e sinistra, maggioranza e opposizione sono uniti. Cosa dice questa legge? Semplice. Che in Italia i libri devono continuare a costare una fortuna.

A scriverne è stato solamente il bel sito di Luca Sofri, ilpost.it. In poche parole la proposta di legge vieta di vendere libri con uno sconto massimo del 15% o del 20% durante certi periodi limitati di tempo (come, per esempio, durante il periodo natalizio). Alcuni diranno che è una legge a favore dei piccoli librai che non possono competere sul campo della scontistica con le grandi catene, tipo Mondadori o Feltrinelli.

Ma in realtà è un regalo grande così alle case editrici. Perché la nuova legge impone un tetto all’abbassamento dei prezzi anche ai testi venduti online. Tutti, compresi quelli del Partito democratico, ora si affrettano a dire che così saranno protetti non solo i piccoli venditori ma anche i lettori. Mi sfugge come comprare un libro a 18 o a 20 o a 25 euro possa incentivare un lettore vorace come me che non arriva a mille euro di stipendio mensile.

Siamo governati da una manica di intrallazzatori, di venduti alle lobby e di killer della cultura di massa. E, soprattutto, come nel caso del Pdl, di gente che del liberismo economico se ne fregano. Nei comizi e in tv vogliono farsi passare come dei libertari in economia, ma sono peggio dei funzionari del Minculpop fascista.

Ps. A proposito di killer della cultura. Nella Milano che si prepara alle elezioni e in cui il sindaco Moratti condona il figlio (sì sì, proprio così. Se fosse successo in Calabria cosa avrebbero detto i moralisti della prima ora?), i circoli Arci, chi più chi meno, stanno subendo un attacco concentrico da parte del Comune. Evidentemente essere fuori dal circuito dei lelemora o dei tanti corsocomo o dei concerti a 80 euro a Milano è un reato. Come la chiusura dello storico circolo La Casa 139 dimostra.

About these ads

Written by agoerre

6 marzo 2011 at 15:18

Pubblicato su Senza categoria

Una Risposta

Subscribe to comments with RSS.

  1. [...] (complice un articolo insolitamente demagogico del Post) ed è subito isteria collettiva: “vogliono farci pagare cari i libri e la cultura” con “una norma che pagheranno i lettori“, “una legge anti-Amazon dunque [...]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 27 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: