Politica

La Lega Nord non perdona!

Dopo la drammatica prova della Ferrari che ha deciso di buttare via il mondiale di Formula Uno, la Lega Nord per bocca dello statista Roberto Calderoli – uno che ce lo invidia il mondo intero – non le ha mandate a dire a Luca Cordero di Montezemolo, presidente dell’azienda: si dimetta subito! No no, non è uno scherzo. Un ministro della Repubblica, di domenica, nel mezzo di un casino istituzionale, si è preso la briga di parlare di sport, argomento che non rientra fra le sue competenze. Dopo Montezemolo, ecco allora che la Lega è pronta a chiedere le dimissioni di altri personaggi dello sport e dello spettacolo.

Dopo la sconfitta dell’Atalanta, squadra di Bergamo di serie B, Umberto Bossi attacca l’allenatore: “Si dimetta – ha detto ai cronisti mostrando il dito medio – quello lì non ce lo ha nemmeno duro. Ma come si chiama l’allenatore dell’Atalanta? Boh” e, sfoggiando un rutto da inaugurazione della stagione della Scala, ha salutato tutti. Il ministro dell’Interno Roberto Maroni se l’è presa invece con Paola e Chiara, le cantanti: “Dicono quelle due che hanno lo stesso uomo. Questa è una cosa inaccettabile, un grave pericolo per la Repubblica. Ci vuole una commissione d’inchiesta parlamentare, altro che la mafia! Si dimettano, non so da cosa, ma si dimettano”.

Il governatore del Piemonte, il leghista Roberto Cota, è andato giù duro con il presidente della Pro Vercelli, serie C2 di calcio: “Dopo il pareggio nell’ultima giornata con il Salò è necessario che sindacati e industriali si mettano attorno a un tavolo per pensare a delle riforme condivise. Nel frattempo il presidente si dimetta”.

Luca Zaia, governatore del Veneto, ha dichiarato: “Ho saputo che un certo David Di Donatello ha fatto una passeggiata per Firenze. Il solito comizio della sinistra. Che vergogna. Si dimetta questo signor di Donatello”. Quando è giusto è giusto. Tiè.

Infine, il solito Mario Borghezio: “E’ da oggi che sento parlare di un certo Clark Gabbel o Clark Ghebbel. Insomma, non mi interessa chi è questo o cosa fa nella vita. Ma dal nome a me mi sembra il solito extracomunitario che è venuto in Italia per rubare il lavoro a noi padani e a rubare. Quindi, per non saper né leggere né scrivere, sapete che vi dico? Fuori dai coglioni sti stranieri!”.

Nota a margine. Ieri ricorreva il 50esimo anniversario della morte di Clark Gable, attore di “Via col vento”. Appena saputo, la Lega ha fatto circolare un comunicato stampa: “In merito alle dichiarazioni di Borghezio su Gable si precisa quanto segue: Borghezio era ubriaco”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...