Società

Radio Maria e Radio Vaticana, va tutto bene

Vi è mai capitato di avere a che fare con Radio Maria? Beh, credo di sì. Soprattutto quando siete alla guida di una macchina non potete non averne a che fare. Magari state cercando inutilmente di seguire la partita su Radio1. “Avanza Del Pier… E ora preghiamo… tiro di Iacqui… Ave Maria, prega per no… attenzione Krasic davanti al portiere da solo, tira e… sia santificato il tuo nome”. E giù bestemmione. Ecco, Radio Maria è propria quella che vi rompe le scatole dovunque voi siate.

Siete in galleria? Radio Maria c’è. In montagna? Radio Maria c’è. In mezzo a un bombardamento nucleare? Indovinate. Radio Maria c’è.

Poi c’è un’altra radio cattolica. Radio Vaticana. Ieri si è saputo che le sue antenne fanno poco poco male. Ma proprio poco. Ecco, per esempio, se siete vicini alle sue antenne e ai suoi ripetitori friggete come uova. Ma niente paura. Secondo lo studio degli esperti che ha analizzato i dati per la procura di Roma dove è aperta un’inchiesta, rischiate giusto di morire di tumore. L’effetto è pari a quello che si avrebbe con un bombardamento nucleare. No, non è uno scherzo, cari miei. Questa frase l’hanno detta gli esperti dell’Istituto nazionale tumori di Milano che, com’è noto, sono degli atei impenitenti.

E gli esperti dicono un’altra cosa. Nelle zone studiate, a Roma Nord, vicino alle antenne della Radio del Papa è stato rilevato un numero al di sopra della media di malati di linfoma, mieloma e leucemie. Ohibò, considerato che nella zona non è in corso una guerra atomica, almeno a quanto sappiamo fino a oggi, l’unica spiegazione razionale è che i ripetitori di Radio Vaticana non facciano tanto bene. A meno che Dio onnipotente e misericordioso non abbia ordinato ai suoi rappresentanti in terra di mandare qualcuno da lui anticipatamente, quelle antenne andrebbero tolte, sradicate, eliminate.

Ora attendiamo che il tribunale di Roma faccia il suo dovere. Cioè cacciare quelle croci della morte e che metta sotto inchiesta i responsabili. E aspettiamo anche che il Vaticano chieda scusa. Certo, visto che ancora non sono arrivate le scuse per le Crociate, la ragione ci dice che sulle radiazioni della Radio dovremmo pazientare ancora un bel po’.

Sia lodato il Signore. Sempre sia lodato.

Annunci

2 thoughts on “Radio Maria e Radio Vaticana, va tutto bene

  1. Considerato che Giordano Bruno ha avuto le sue scuse nel 2000, 400 anni dopo che l’hanno bruciato e che hanno privato il mondo delle sue idee, come dici tu penso che bisognerà attendere almeno il 2800.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...