Senza categoria

Onore a Mara Carfagna

Quando è arrivata al governo come ministro delle Pari Opportunità era stata accolta dai sorrisetti. “Sì, ora pure le veline sanno fare le ministre”. C’era chi la difendeva, ma come si difende una ragazzina, con un po’ di paternalismo maschilista. E c’era chi, come Sabina Guzzanti, la attaccava con violenza inaudita. Mara Carfagna, lo scrissi già qualche settimana fa, è invece la migliore componente di questo governo. Non perché ora minaccia di andarsene, ma perché ha dimostrato di avere dignità.

I giornali del padrone si affrettano a dire che la Carfagna se ne vuole andare solo per gossip, per una questione di gelosie tra lei e Alessandra Ducetta Mussolini. E invece l’ex velina sta sollevando questioni sostanziali come la posizione di Nicola Cosentino, per il quale i giudici hanno chiesto l’arresto per camorra, ma che non solo rimane deputato, ma anche coordinatore del Pdl in Campania, la stessa ragione della Carfagna. “Nel partito oramai comandano solo gli affaristi” ha detto.

L’altro problema sollevato dalla ministra è quello degli inceneritori campani. Lei vorrebbe affidarli a un commissario. I vertici tutti indagati del Pdl – Cosentino e Mario Landolfi – non ci stanno. Perché quegli inceneritori sono un bel business. Berlusconi cede alla cricca campana e lei, la ministra con le palle, ha annunciato che voterà la fiducia al governo il 14 dicembre e poi se ne va.

Ripeto. La Carfagna potrà pure non andarsene dal governo. Non è questo il punto. Il punto è che ora tutti quelli che l’hanno attaccata non per quello che faceva ma solo per quello che era (una donna di spettacolo) ora chiedano scusa. A partire dalla Guzzanti. A differenza di tanti maschietti con la gonnellina – i Bondi, i Cicchitto, i Capezzone – lei ha dimostrato che anche una donna bella, bellissima, ex velina può indossare i pantaloni e dare lezioni di buona politica a tanti che si riempono la bocca con l’antiberlusconismo e con il berlusconismo d’attacco.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...