Senza categoria

Prete suicida, Iene bastarde

I danni che può causare un’informazione becera, forte con i deboli e debole con i forti, ipocrita, malsana, viscida, che rincorre l’audience televisiva sono tanti. Prova ne è il suicidio di don S.R. di 51 anni, buttatosi sotto un treno dell’Alta Velocità in Lombardia. S.R, 51 anni, era stato sbattuto in televisione dalle Iene con l’appellativo di “prede molestatore”.

Che vergogna, che tristezza. Le Iene, il programma tv di Italia uno, da domani dovrebbero chiamarsi Iene bastarde. Certo, dicono loro, abbiamo coperto il volto del prete. Sì, certo, come no. Ipocriti. Falsi. Quella copertura era così labile che chiunque conoscesse dal vivo il religioso ci avrebbe messo un secondo a riconoscerlo.

E infatti sia la Curia sia i fedeli lo hanno riconosciuto. Il prete è stato mandato in una comunità di cura ma evidentemente la vergogna per quel pezzo di tv spazzatura, di tv merda, gli era rimasta addosso come un’infamia. Voi direte: eh sì però nel video lui allunga le mani su un ragazzo dichiaratosi 17enne (mentre ne aveva 18). Al di là del fatto che tutto parte da una bugia, quella dell’attore ingaggiato dalle Iene, scrivere “prete molestatore” è una bassezza da Iena bastarda.

Molestare è un crimine punito dal codice penale. E le Iene, che a quanto so non sono giudici, non hanno nemmeno aspettato che si aprisse un processo. Un processo che non ci sarebbe mai stato perché contro il prete non c’era nemmeno una denuncia, nemmeno un’informativa.

Visto che l’Ordine dei giornalisti si è lanciato contro Vittorio Feltri sospendendolo per 6 mesi per una notizia inventata, allora che aspettano gli esimi signori dell’Ordine (a cui sono iscritto) a sospendere il giornalista delle Iene autore del servizio? Purtroppo la caccia alla strega, la foga di trovare il mostro ha inquinato inesorabilmente gran parte dell’informazione nazionale.

Annunci

9 thoughts on “Prete suicida, Iene bastarde

  1. Ma quante cazzate vai dicendo?? Il prete E’ un molestatore perchè ha MOLESTATO sessualmente il ragazzo secondo OGNI definizione di “MOLESTIA”, ed è stato mandato ad esser molestato un attore solo per avvalorare la denuncia di chi SENZA ALCUNA BUGIA aveva raccontato di essere andato dal prete ed essere stato anche lui MOLESTATO, e infatti appena è andato l’attore il prete lo ha MOLESTATO!
    Le iene hanno coperto il volto del prete e ne hanno anche criptato la voce, hanno in sostanza fatto un servizio IMPECCABILE, poi è ovvio che basta vedere un pezzo del suo mobilio per riconoscerlo da parte di chi lo conosce bene, e MENO MALE che lo hanno riconosciuto e mandato in comunità.
    Il prete avrebbe dovuto riflettere sui propri errori e iniziare un percorso di guarigione dalle sue gravi turbe psichiche, prendendosela solo con se stesso se era stato necessario essere cacciato per colpa di un servizio televisivo piuttosto che andarsene appena ha iniziato a MOLESTARE minorenni che si fidavano di lui aspettandosi conforto. Spero vivamente che non si sia suicidato come dici tu per colpa del servizio televisivo (perchè ci sarebbe da essere contenti che si sia ammazzato) ma per i sensi di colpa dovuti al SUO comportamento, non certo a quello di chi quel comportamento ha semplicemente DENUNCIATO.

    1. Caro Giacobbe, vedo che non hai ereditato nemmeno un po’ della saggezza del tuo omonimo antenato della Bibbia. Se non sei d’accordo cn me va bene, ma CAZZATE lo dici a qualcun altro. Non saranno le Iene, figuriamoci tu, a dire se un comportamento è molestia, ma un giudice. E la procura, informati, dopo aver visto le immagini delle Iene ha concluso di non procedere penalmente perché NON ha ravvisato reati. Siccome viviamo in uno stato di diritto, dove la giustizia è amministrata dalla magistratura e non da un programma tv, io continuo a pensare che le Iene hanno sbagliato. Se questa la ritieni una cazzata ti assicuro, Giacobbe, che questo non mi toglierà il sonno.
      Grazie

  2. Quindi è normale che una cosa del genere succeda? Senza denunce, continuare a molestare ragazzini? Fino a quando. Mi fate schifo anche voi che difendete questo male.

  3. Credo che don molestatore abbia fatto la cosa giusta suicidandosi anche se non ha perso l’occasione per molestare qualcuno, (in questo caso i passeggieri del treno). Non vedo come si possa difendere uno che approfitta EVIDENTEMENTE della propria posizione privilegiata per molestare giovani che si rivolgono a lui per cercare aiuto. Le Iene hanno obbligato la curia a internare questo malato mentale, se le Iene non lo avessero fatto, il porco sarebbe stato spostato da una parrocchia all’altra continuando a molestare ragazzini. chiedi perdono per la spazzatura che hai scritto signor “giornalista”, vedrai che anche tu avrai il tuo perdono.

  4. A parte il fatto che la Bibbia sancisce la molestia come doverre ineludibile di ogni cristiano. cio detto. Non vedo e non capisco dove sia il problema. cioe. la questione e se le iene hanno sbagliato oppure se ha sbagliato lui. e comunque la risposta la conosce solo il signore che dice ama il prossimo tuo come te stesso. non vi masturbate forse voi, egregi signori vergogna. la gente in africa, in africa, la gente, muore! e nessuno dice nulla! e se muore lui invece, lacrime! giusto! vergogna! bel sito complimenti. pero non sono daccordo.

  5. comunque complimenti davvero complimenti il sito riesco a leggerlo bene ed non e una cosa facile per me dirlo.
    Tanti grazie da tutta la miafamiglia che con grande pasione segue e produce tutto cio che questo sito predica e fa.
    con grazia del signore,in fede
    umberto collesan

  6. bello sito eh! pero io scrivo ma poi non vedo i miei scritti manufatti sull internets. ci sono problemi forse questo computer di mio nipote non funziona. se si cercatemi su facebuk, mi piacerebbe essere amico di questo sito intelligente e profondo, senza donne nude, o blasfemie assortite come tutto i internets. io ho 79 anni ma uso internets molto bravo. i miei fedali giocvano alle carte. DEMONIO! io preferisco internetz e la sacra romana chiesa. Lunga vita al nostro pontefice maestro e guida per tutti i seguagi di internetz. SEMPER VIVIDA FIDES! Umberto Collesan, 79 anni.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...