Senza categoria

“Non posso votare la sfiducia, sono incinto”

In vista del voto di fiducia del 14 dicembre, non ci sono solo le compravendite dei parlamentari. Ci sono anche strane malattie dell’ultimo minuto o fughe precipitose verso la frontiera con la Slovenia. Per tutti quei senatori e deputati, di centro e di sinistra, che proprio non se la sentono di ammazzare politicamente Silvio Berlusconi suggerisco le seguenti scuse.

1. Caro Bersani, a causa di una gravidanza inattesa non posso essere in Aula il 14 dicembre a votare la sfiducia. Mannaggia al preservativo rotto, volevo proprio esserci nella giornata più importante degli ultimi vent’anni. Un saluto affettuoso, Nando Mivendosubito (e non fate gli spiritosi, sono maschio embé? Possono essere incinti anche i maschi, e non è vero che è una scusa del cacchio).

2. Caro Pierfer ecc Casini, con questa mia Le comunico che non posso essere in Aula il 14 dicembre perché quel giorno dovrò essere in Slovenia in quanto dopo 30 anni ho scoperto di avere lì un figlio. In effetti, nell’estate del 1979 feci all’amore con una bellissima slovena a Riccione. E ora, ma che sorpresa!, la notizia di questo mio figlio. Mannaggia al preservativo rotto, volevo proprio esserci nella giornata più importante degli ultimi vent’anni. Un saluto, Ciccio Mivendoapocoprezzo.

3. Caro Antonio Di Pietro, guarda un casino. Il 14 dicembre, giorno del voto di sfiducia, non devo essere all’Ikea di Casalecchio di Reno? Lo so lo so, ma mia moglie ha fissato un appuntamento per quella data per i mobili della cucina. Se le dicessi di no quella mi lascia e io non me la sento, la amo troppo. Mannaggia ai matrimoni, volevo proprio esserci nella giornata più importante degli ultimi vent’anni. Baci, Franco Oramivendo.

4. Caro Gianfranco Fini, tu sei il miglior politico degli ultimi 20 anni. Che discorso a Bastia Umbria! Che discorso a Mirabello! Ma che intuito da politico che hai! Meriti di essere premier. Ehm, ecco vedi. Ti volevo dire, no?, che il 14 ecco non ci posso proprio essere. Non che non voglia votare la sfiducia a Berlusconi. Non sia mai. Mi offendo se pensi questo. E’ che è morta mia zia e il 14 ci sono i funerali. Una mia zia australiana, aborigena (io ho origini indios nel sangue). E, secondo i riti aborigeni a cui io tengo molto, per 3 giorni non posso fare nulla, tra cui votare la sfiducia. Mannaggia alle tradizioni, volevo proprio esserci nella giornata più importante degli ultimi vent’anni. Francesco Mivendosenzasconti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...