Politica

Libero, Fini e Bocchino, che casino

Nella vicenda del falso attentato a Gianfranco Fini e della prostituta che il presidente della Camera avrebbe pagato raccontata su Libero da Maurizio Belpietro si registrano errori da più parti.

  1. Maurizio Belpietro. Diciamolo senza giri di parole. Il direttore di Libero ha commesso un errore da penna rossa. Da bocciatura nello stupido esame di giornalismo. Pubblicare una notizia solo per sentito dire non è da giornalista ma da casalinga (con tutto il rispetto per le casalinghe). Le notizie o sono provate o sono pettegolezzi. Senza contare che il pettegolezzo in questo caso serve a qualcuno e fa male a qualcun altro (come tutti i pettegolezzi).
  2. Italo Boccino. Ora Italuzzo bello di papà annuncia non la querela (ché tanto ormai querelano tutti per ogni cosa) ma una denuncia per stalking. Cioè non è che Belpietro lo avrebbe chiamato ogni minuto per un’intervista, ma il problema è che troppi articoli scritti contro di lui avrebbero rovinato la sua serenità. Cavoli suoi, verrebbe da dire. Un giornale fa il suo compito, bene o male (male come in questo caso da Libero). Poi se qualcuno la prende a male replichi o quereli.
  3. Gianfranco Fini. Ormai si limita a querelare e per il resto sta zitto. Ha fallito nel tentativo di far cadere Berlusconi e agli articoli di Libero o del Giornale risponde con un arrogante alzata di spalle. Beh, capisco che non voglia dare troppa importanza a queste cose, ma lui è un politico e come politico ha il dovere di dare spiegazioni anche all’ultimo della strada, figurarsi a due dei più venduti giornali di Italia.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...