Politica

Ruby e prostitute, ecco le riforme di Silvio

Santo subito

“Così non si può andare avanti. C’è bisogno di riforme” dice Silvio Berlusconi nel messaggio video (un po’ come quelli di al-Qaeda) al Tg4 e a Studio Aperto. Quindi, dopo lo scandalo Ruby, il premier prepara il contrattacco. Vediamo le riforme a cui sta pensando il nostro presidente del Consiglio.

  1. È reato favorire la prostituzione. Quindi chi viene trovato con una prostituta sarà multato e il corpo del reato, che poi è il corpo della mignotta, sequestrato e portato a Silvio Berlusconi per i riti del caso.
  2. È reato indurre alla prostituzione. I magnaccia e i papponi verranno arrestati tranne se sei un direttore dl Tg4 o un “uomo dello spettacolo” con un mega appartamento a viale Monza, a Milano.
  3. Rimangono fuori legge le “case chiuse”. Non certo le ville chiuse, però.
  4. È reato pagare una prostituta. A meno che non paghi con assegni da 5mila euro in su e con soldi arrivati da qualche paradiso fiscale.
  5. È reato fare sesso a pagamento con una minorenne. A meno che il tuo cognome non inizi per “Berl” e finisca con “usconi”.
  6. In caso di necessità, sempre se il tuo cognome inizia per “Berl” e finisce per “usconi”, puoi sempre dire che non è che vai a puttane, per di più minorenni, ma stai aiutando una ragazza in difficoltà economica.

Con queste riforme sì che l’Italia viaggerà spedita verso il futuro. E oltre.

 

Annunci

One thought on “Ruby e prostitute, ecco le riforme di Silvio

  1. Grande tradizione sull’uso massiccio delle bagasce tutta italiana, da Vittorio Amedeo che le invitata nella palazzina di caccia di Stupinigi (fatta costruire appositamente per tale scopo) per passare a Mussolini che se le faceva tranquillamente nel suo studio tra un decreto discriminatorio e l’altro, all’avvocato che organizzava interi charter di troie volanti, per finire al puttaniere per antonomasia, il piazzista Silvio B. così fiero della propri mascolinità e del suo “pisellino primavera”.
    Che dire, grande elogio alla passera generatrice di vita e di piaceri incommensurabili, forse però il nostro paese in questo momento avrebbe necessità di concentrasri su altri problemi, in order: la disoccupazione, le riforme fiscali, la scuola, le pensioni, la mancanza di infrastrutture indispensabili per l’evoluzione seria di un paese come l’Italia. Siamo arrivati al capolinea, l’opinione che i paesi europei e del resto del mondo hanno dell’Italia è degradante e il disprezzo aumenta. Per favore Silvio, hai ottenuto tutto quello che volevi da questo paese, che ti ricordo non è solo tuo: potere, denaro, hai sitemato tutta la tua famiglia per i prossimi 500 anni, allora molla l’osso e lasciaci quel poco doi dignità che ancora ci rimane, Grazie Silvio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...