Società

Le assurdità dell’antimafia

Ecco a che cosa può portare quella che ormai è una vera e propria ideologia: l’antimafiosismo. Alessandro Di Pietro, conduttore di Occhio alla spesa, programma Rai dalla parte dei consumatori, riprendendo un appello del procuratore antimafia Piero Grasso ha detto: “Boicottiamo i pomodori di Pachino, la produzione è in mano alla mafia”.

Quindi, fatemi capire. Siccome lo Stato non riesce, non vuole e non sa combattere la mafia economica (perché quella criminale è molto più facile da contrastare, basta arrestare qualche mezza calzetta), allora a rimetterci del loro devono essere quei piccoli coltivatori e agricoltori che fanno bene il loro lavoro.

Dice: epperò la mafia controlla tutti i passaggi della distribuzione e il più grande mercato ortofrutticolo del Sud, quello di Fondi, nel Lazio, dove il Pachino viene commercializzato, è in mano alle mafie del Sud, compresa la camorra. Ho capito, ma che cosa c’entra il piccolo agricoltore?

Io sto con il ministro Stefania Prestigiacomo che ha detto: “Di Pietro ritratti queste assurde e dannosissime accuse perché è intollerabile che dalla tv pubblica giungano appelli alla distruzione di un sistema economico fatto da cinquemila piccoli produttori e quattordici cooperative che, puntando sulla eccellenza e unicità di un prodotto, hanno reso il ciliegino Igp sinonimo di qualità in tutto il mondo“.

Nella mia Calabria, nel nome della guerra alla mafia, si stanno costruendo carriere fulminee in tutti i campi – dalla magistratura al giornalismo, alla società civile. Fatti loro. Ma non vorrei che adesso, sempre nel nome della guerra alla mafia, si iniziasse una battaglia insensata in cui a rimetterci – come in qualsiasi guerra – sia la povera gente. Il contadino che si spezza la schiena a raccogliere il pomodorino. O il commerciante che alle sei di ogni mattina apre la serranda in un posto difficile come quello siciliano o come quello della Locride.

I veri eroi della lotta alla mafia sono loro, non quattro cialtroni che in tv – da Santoro o da Maurizio Costanzo – la sparano grossa. Prosit.

Annunci

2 thoughts on “Le assurdità dell’antimafia

  1. Domenica 6 febbraio 2011
    DICHIARAZIONE ALESSANDRO DI PIETRO SU POMODORO PACHINO

    Alessandro Di Pietro, conduttore Rai, in relazione alla querelle sul pomodoro Pachino esplosa a seguito delle sue dichiarazioni nella trasmissione “Bonta’ loro” di Maurizio Costanzo dichiara che ” Ribadisco la mia totale e convinta solidarieta’ ai produttori agricoli del pomodoro Pachino che nulla hanno a che fare con la criminalita’ organizzata e in special modo verso quelli del pachino IGP la cui filiera produttiva non subisce alcuna interferenza sospetta. Nella puntata di “Bonta’ loro” ho soltanto detto che se i contenuti delle affermazioni del Procuratore della Repubblica Pietro Grasso risultassero veri e fondati e se davvero il pomodoro pachino costa 11 volte di piu’ a causa delle infiltrazioni mafiose sulla filiera, si dovrebbe fare simbolicamente e per un solo giorno lo sciopero del pachino. I ministri e tutti coloro che si sono sdegnati dovrebbero invece verificare se davvero la situazione e’ quella descritta dal Procuratore Grasso e provvedere eventualmente a ripulire il pachino da questi sospetti. Di Pietro si dichiara pronto ” ad invitare in televisione tutti i protagonisti della vicenda per fare chiarezza e per promuovere ancor di piu’ il pomodoro pachino come grande protagonista del made in Italy agroalimentare”.

  2. Gentilissimo direttore a noi agricoltori, produttori di pomodorino ciliegino fa tanto piacere che voi parlate sempre di ciliegino, ma a noi purtroppo non fa certo piacere che altre testate televisive e giornalistiche sparlano in questo modo del nostro prodotto che ovviamente e’ il nostro lavoro.

    Io definirei quelle persone che hanno la possibilita di parlare solo loro, senza alcun modo potere controbattere, ignoranti e principalmente incompetenti nel settore e quindi nel commercio ortofrutticolo.

    Attraverso voi che potete farlo offenderli in maniera forte per incompetenza e dire altresi’ “BUGIARDI” perche’ con la grazia di Dio da due settimane circa noi agricoltori stiamo vendendo in tutti i mercati siciliani alla produzione: Vittoria, Scroce, Donnalucata , Pachino da due euro al chilogrammo. fino a due euro e quaranta centesimi, come si possono dire delle bugie cosi’ ecclatanti e dannose “VERGOGNA” Non c’e’ alcuna verita’ che il ciliegino i produttori lo stanno vendendo 30 o 50 centesimi al kg. e’ falso e solo per scoop VERGONA DOVREBBERO VERGOGNARSI A DIRE A MILIONI DI ITALIANI DELLE BUGIE, E DIRE CHE TUTTO RUOTA INTORNO ALLA MAFIA.

    Bisogna che qualcuno dica veramente come stanno le cose e credo che Lei Sig. direttore abbia tutti i titoli per poterlo fare, ci aiuti a noi che avra’ tutto il sostegno della sicilia tutta, perche’ lei sappi che diversamente di qualche notizia falsa, il ciliegino si produce sotto serra per tutti dodici mesi si produce solo in Sicilia e Tunisia e qualcosa in Marocco e visto la situazione attuale in quei paesi dove non stanno potendo esportare nei paesi del nord europa e visto che i maggiori consumatori di ciliegino sono del nord Europa ecco il prezzo del ciliegino che si e’ alzato. purtroppo bene per noi, la domanda e l’offerta si e’ incontrata in maniera favorevole per i produttori.

    Questo e’ il vero commercio e non MAI MAFIA.

    La mafia dove esiste un libero mercato dove si incontrano NEI MERCATI ORTOFRUTTICOLI migliaia di operatori e dove si incontra liberamente la domanda e l’offerta NON PUO’ ESISTERE

    LA PREGO CI DIA UNA MANO LE NE SAREMO MOLTO GRATI TUTTI I SICILIANI GRAZIE.

    firmato:
    UN PRODUTTORE DISPERATO CHE SPERA CHE IL PREZZO DEL CILIEGINO NON SI ABBASSI PER QUALCHE ALTRO MESE NON POSSIAMO SEMPRE SUBIRE I PRODUTTORI , OGNI TANTO ANCHE LA GRANDE DISTRIBUZIONE DEVE SOFFRIRE, PAZIENZA PER LORO.

    Mi scusi voglio fare un ultimo appunto:
    quando durante il periodo di temperature calde il prezzo e’ al di sotto dell’euro la mafia non esiste, noi dovremmo allora dire che la grande distribuzione durante l’ultima fase di vendita E’ MAFIOSA? perche’ mai SUCCEDE e dico mai CHE il ciliegino loro lo vendono al di sotto di un euro.

    QUINDI CONCLUDO DICENDO LA VERA MAFIA, SE DI QUESTA PAROLACCIA POSSIAMO PARLARE, DOV’E’?

    DINATALE GIORGIO

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...