Società

‘Ndranghetisti? No peggio, imprenditori

Per la serie: è facile gridare alla ‘ndrangheta. Un anno fa, il 23 febbraio del 2010, la Lombardia si svegliò e scopri che una macchia nera stava soffocando il Lambro, uno dei fiumi principali della Regione. Tra le tante sciocchezze che allora si dissero e si scrissero è che dietro ci fosse la ‘ndrangheta. A un anno di distanza l’amara verità. Toh, i colpevoli sarebbero degli imprenditori, degli evasori fiscali. Dei lombardissimi e pulitissimi colletti bianchi. Dei degni rappresentanti di quella classe produttiva osannata ogni due per tre dalla Marcegaglia, dalla destra e dalla sinistra.

Ecco cosa scriveva il lombardissimo rappresentante della classe media produttrice che è il Corriere della Sera: “C’è chi parla di un avvertimento mafioso: le infiltrazioni della ’ndrangheta a Buccinasco sono note, ma anche Desio non è estranea al fenomeno” (25 febbraio 2010).

Ed ecco cosa scrive oggi il quotidiano Il Giorno: “I magistrati hanno intanto iscritto sul registro degli indagati i titolari della Lombarda Petroli, i cugini Giuseppe e Rinaldo Tagliabue, ipotizzando il reato di «sottrazione all’accertamento o al pagamento delle accise sugli oli minerali». Ma presto potrebbe essere contestato anche il reato di disastro ambientale“. Avete capito bene. Altro che boss. Altro che coppole o lupare. No. Evasori fiscali. Civilissimi evasori fiscali.

Qualche giorno fa scrissi dell’ideologia dell’antimafia, una sorta di antimafiosismo a prescindere. Che rischia di fare, anzi fa, più danni che utili. Mentre attorno a questo chiassoso, luminoso e colorato circo si costruiscono carriere fulminee, la ‘ndrangheta, quella vera, fa affari. In silenzio.

Devo qui dare atto a un mio collega di averci visto giusto già dodici mesi fa. E di esser andato controcorrente. Proprio su quel giornale, Calabria Ora, che allora, sotto una certa direzione, allevava in grembo l’ideologia dell’antimafia. Scrive Alfredo in un angolino del quotidiano esperto nel mettere in ombra fenomeni come lui (qui l’articolo extract 1): “… se tutto diventa ‘ndrangheta, allora nulla lo è per davvero“.

Bravo Alfredo. In dieci parole (e una virgola) hai condensato tutto. Non sarai osannato in tivù da Santoro come eroe antimafioso, ma ti sei guadagnato la stima dei giornalisti, quelli con la g maiuscola.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...