Società

Apple, la mela marcia

In principio era l’anti Satana. In qualche modo averne uno faceva più radical chic. E ci si sentiva bene. Altro che quello spocchioso, ricco e nerd di Bill Gates e della sua Microsoft che si pappava tutto e tutti, inglobava tutto e tutti e, chissà, corrompeva tutto e tutti. Avere un Mac era un motivo di orgoglio. Poi il signor Mac, ovvero Steve Jobs, si è inventato l’iPod, l’iPhone, l’iPad. E ogni volta che pare inventa qualcosa d’altro – non lui, la sua azienda – i giornali gli tengono botta, iniziano a scrivere fiumi di parole e invogliano a comprare.

Ma, come sempre, quando tutti ti adulano vuol dire che qualcosa, molto, da nascondere ce l’hai. Per carità, i prodotti della Mela morsicata sono i migliori (ma quanto costano?). Eppure, se gratti la superficie dorata scopri che la Apple non è poi così diversa dalle altre, cattive e “capitaliste” aziende.

Per esempio. I giornali, tra una recensione in ginocchio dell’ultimo iPod e un articolo bavoso sull’imperdibile (si fa per dire) iPad, hanno quasi messo tra parentesi la storia di due ragazzi, due dipendenti degli Apple Store di Firenze e di Torino. Entrambi licenziati con la scusa che “non si allineavano al pensiero dell’azienda”. Al di là che i due smentiscono che sia così, che razza di motivazione è questa? Da regime arretrato della Corea del Nord. Altro che Apple progressista!

Ultimamente è uscito anche un libro, Nella testa di Steve Jobs – La gente non sa cosa vuole, lui sì, al cui confronto le opere apologetiche di Stalin sono roba da dilettanti.

Poi, ieri, leggo anche questa. La Apple ammette che, sì, è vero, nelle fabbriche cinesi fa lavorare bambini. Ohibò. Dove sono, mi chiedo, tutti quelli, magari snob di sinistra, che esaltano Steve Jobs (il quale, tra l’altro, ha finanziato la campagna presidenziale di Barack Obama)?

Intanto i giornali esaltano il comportamento della Mela morsicata che ha reso pubblici questi casi e che ha rotto i legami con queste aziende. Eppure il responsabile governativo glielo aveva detto ai signori radical chic della Apple che c’era qualcosa che non andava in quelle fabbriche: “Avevamo elencato i nomi di alcuni fornitori (che facevano lavorare minori) della Apple ma nel rapporto non ne viene fatta menzione“. Come dire: ora è inutile che si facciano i belli, loro sapevano come stavano le cose.

Twitter: @Agoerre

Altro che Mela morsicata. Questa è Mela marcia. Schifosa.

Annunci

2 thoughts on “Apple, la mela marcia

  1. Ci sono centinaia di industrie che fanno assemblare i loro prodotti in Cina e che sanno chi ci lavora ed in quali condizioni (e non fanno nulla). Ci sono migliaia di industrie molto meno attente all’impatto ambientale dei loro prodotti. Ci sono miliardi di datori di lavoro che licenziano per molto meno, un dipendente col piercing, una segretaria che non glie l’ha data…..
    Tu cerchi di tirar fango addosso proprio all’Azienda (non dico perfetta) meno peggio delle altre, a quella che si è sempre distinta per innovazione e nuove tecnologie che condizionano il mondo di tutti noi (anche di chi non compra l’ultimo iPad / iPhone / iPod / iMac ecc ecc., all’Azienda che più di altre ha avuto coraggio li dove nessuno ci credeva….
    E sai perchè? Per il semplice gusto di essere tu fuori dal coro. Per volerti distinguere perchè probabilmente non hai altri mezzi per farlo.
    Se tu fossi stato più obiettivo, saresti stato anche credibile, ma giudicare addirittura “schifosa” (ed in neretto) con tutto il marcio vero chè invece c’è in giro nei campi più disparati, un azienda come la Apple, ti rende assolutamente inattendibile.
    Proprio vero, chi cerca di tirar fango addosso agli altri, inevitabilmente ci si sporca.

    1. Intanto, a me piace rispondere a chi si firma con nome e cognome. Ma con te farò un’eccezione, visto che sei così bravo a dare patenti. Allora: 1) che altre aziende facciano porcherie non ci sono dubbi, ma questo non lava le colpe di Apple; 2) forse sono stato troppo tenero con Apple, che dovrebbe vergognarsi, ripeto vergognarsi, del suo moralismo da 4 soldi; 3) un’azienda che si è sempre richiamata a valori diciamo “di sinistra” non può permettersi di essere come le altre; 5) mio caro signor X, Apple è così infame da costringere una corte di giudici olandese a bloccare la vendita dei tab samsung perché sarebbero copiati dagli Apple. Questo è fascismo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...