Società

Eravamo più ricchi nel 1970

Qualche giorno fa scrissi su questo blog dell’allarme di Mario Draghi, che non è il primo che passa ma il numero uno di Bankitalia, che sottolineava: “Questa è una generazione persa. Gli stipendi sono fermi a quelli di dieci anni fa”. Oggi, il mensile Wired riporta una pagina di numeri che valgono più di mille parole. E che segnano il declino di una nazione, l’Italia, e di una generazione intera, questa.

Partiamo dai salari. Nel 1970 un operaio medio prendeva la bellezza di 120mila lire che, al cambio attuale, sarebbero 1016 euro. Nel 2000 siamo a 1100 euro. Vale a dire, da quarant’anni un operaio ha migliorato la situazione di 84 euro. Una cifra ridicola. Nello stesso periodo di tempo, però, un po’ di prezzi sono cambiati.

Per esempio, la casa. Una in zona semicentrale a Milano nel 1970 costava 200mila lire al metro quadro, pari a 1695 euro di oggi. Mentre nel 2010 lo stesso metro quadro nella stessa zona è costato 3/4mila euro. Vuol dire che lo stesso operaio quarant’anni fa aveva più possibilità di acquistare un immobile in una bella zona di Milano, mentre oggi può andare solo in periferia. Anche viaggiare costa il doppio. Dai corrispondenti 58 euro di oggi nel 1970 agli 89 del 2010 per un biglietto ferroviario. E dai 28 euro del 1970 ai 48 di oggi per il pedaggio dell’autostrada Milano-Napoli.

Vabbè, uno dice, oggi si mangia di più. Ebbene, secondo i numeri di Wired, neanche questo è vero. Con il suo stipendio un operaio medio poteva comprare nel 1970 521 chili di pane, 733 nel 1990 e nel 2010? 366. Vala a dire, la metà di venti anni fa. La metà. Due terzi di 40 anni fa. Due terzi.

Ma una cosa più conveniente, in effetti, c’è. Ebbene sì, c’è. E’ il francobollo.  Che fortuna.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...