Società

E se abolissimo le scommesse

L’ultimo scandalo nel mondo del calcio, quello legato alle scommesse e ad almeno 16 partite truccate e che vede coinvolti Beppe Signori, Stefano Bettarini e Cristiano Doni, mi spinge a chiedermi: e se abolissimo le scommesse per legge? So già la replica: anche negli anni ’80 ci fu un caso analogo, forse più grave, con l’arresto, fra gli altri, di Paolo Rossi. Allora, le scommesse non erano legali e impazzava il cosiddetto totonero. Una fesseria, credo. E’ come dire che bisogna legalizzare la cocaina o l’eroina perché tanto ci sono in giro tanti cocainomani ed eroinomani.

Credo che tutto ciò che gira intorno alle scommesse sia potenzialmente criminogeno. Il compito di uno Stato, almeno democratico, è di limitare le situazioni e i comportamenti potenzialmente criminogeni. Chi vive nel mondo del calcio sa che è forte la tentazione di “avvicinare” questo o quel giocatore, comprarlo o corromperlo per falsare una partita. A volte va bene, a volte va male. Ma, sostanzialmente, basta poco per indirizzare un risultato. E’ sufficiente stringere un accordo con il portiere e un difensore e il gioco è fatto. Ecco il fallo di mano, ecco lo stupido fallo da rigore e il risultato è presto “drogato”.

E’ impensabile che lo Stato agevoli tutto ciò. Per prima cosa si mettano fuori legge tutte le agenzie e tutti i siti online di scommesse. Poi, ci si concentri nella prevenzione e nella repressione delle scommesse clandestine. A mali estremi, estremi rimedi.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...