Politica

Salvate il soldato Brunetta

Brunetta durante un avvincente consiglio dei ministri

Ma povero, povero ministro Renato Brunetta. Ieri sera, ospite dell’ultima puntata di Annozero di Michele Santoro su Rai2, non ne ha azzeccata una. Ma una che fosse una eh. Non illudetevi, neanche una. Allora, tanto per iniziare ha detto che Antonio Di Pietro, anche lui presente, ha dato la possibilità ai privati di “ricaricare” i costi sulla bolletta dell’acqua fino al 7%. Di Pietro gli ha risposto che lui ha dovuto rendere esecutiva con una circolare una norma già votata dai predecessori. Si chiamano doveri di ufficio.

Quindi, ha sostenuto che il referendum sul legittimo impedimento è inutile visto che la norma voluta dal governo Berlusconi e “tagliata” dalla corte costituzionale è uguale all’articolo del codice penale. Sempre Di Pietro ha sostenuto che è impossibile, perché altrimenti la Consulta non avrebbe mai permesso che si facesse il referendum.

A quel punto Brunetta è andato in crisi. Cercando di azzeccarne una si è messo a insultare il pubblico santoriano di essere una “claque” e alcune dipendente del Tribunale in collegamento da Milano di essere delle lavative.

Il sublime lo ha toccato quando ha declamato: “Negli uffici giudiziari ora è possibile operare con strumenti all’avanguardia e fare tutto telematicamente“. Sentendosi rispondere, come un alunno impreparato qualunque, dalle suddette dipendenti: “Ministro, in cancelleria abbiamo finalmente 19 pc dopo anni che li chiedevamo. Ma ancora molti non funzionano e sa perché? Perché avete tagliato i fondi e non abbiamo più dei tecnici!“.

Preso dallo sconforto, Brunetta pretendeva che il grande schermo su cui era appoggiato Santoro fosse touch. Santoro: “Ma non è touch screen“. Brunetta: “Lei è fazioso, Santoro“. Santoro: “Sarò pure fazioso, ma lo schermo non è touch“.

La nostra classe dirigente.

Annunci

2 thoughts on “Salvate il soldato Brunetta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...