Società

‘Ndrangheta, ma sono tutti boss?

Per carità, grande rispetto per i magistrati antimafia. Per carità, tanto di cappello alle forze dell’ordine che rischiano la loro vita per la lotta alla criminalità organizzata. Per carità, certa gente sempre meglio dentro che fuori. Ma dopo l’ultima operazione contro la ‘ndrangheta calabrese, “Crimine 3” (a proposito, chi dà il nome alle operazioni, Sergio Leone?), mi viene un dubbio. Non è che qui c’è qualcuno che ci marcia?

No, perché, vedete, ogni volta che ne arrestano uno questo è il “boss di ecc…” o il “ricercato numero ecc…” o il “latitante più pericoloso ecc..”. Mai che arrestino qualcuno e dicano: “Sì, era mafioso però non esageriamo, era un semplice scugnizzo” o “Sì, ma basta flash, tanto era un semplice soldato, mica un generale”.

E qui, invece, sono tutti generali. Gran parte della colpa, com’è ovvio, ce l’hanno i giornalisti che devono sempre portare a casa il pezzo, come si dice. Ma, anno dopo anno, operazione di polizia dopo operazione di polizia, attorno alla grande farsa del “boss” arrestato è nata e cresciuta una selva di professionisti: giornalisti, appunto, che devono trovarsi qualcosa di cui scrivere, anzi di cui copiare, avvocati che devono mangiare, pubblici ministeri che devono scalare gerarchie, politici che devono lavarsi coscienze.

Com’è che si chiamavano? Ah sì, professionisti dell’antimafia.

Annunci

2 thoughts on “‘Ndrangheta, ma sono tutti boss?

  1. Bravo finalmente c’è qualcuno che dice la verità senza eagerare, se non ci sono i Boss o super Boss l’antimafia, i giornalisti ecc. ecc. come si guadagnano da vivere????? Hanno bruciato la nostra terra con questi fantasiosi ROMANZI , vorrei proprio vedere quante persone innocenti ci sono in Carcere!!!! E’ troppo facile arrestare le persone sulla base di intercettazioni ambientali privi di qualsiasi riscontro oggettivo… eppure delle inchieste per i magistrati corrotti si parla poco , PERCHE’?

  2. iN ALCUNE TESTATE GIORNALISTICHE leggo che in queste operazione CRIMINE 3 e SOLARE viene SEMPRE menzionato il nome “AQUINO”? Orbene l’articolo dice: ” La più recente fase investigativa condotta in collaborazione con la DEA statunitense e la DCSA, ha delineato compiutamente la struttura del cartello calabrese implicato nel narcotraffico, costituito tra le ‘ndrine JERINO’ di Gioiosa Jonica (RC), AQUINO di Marina di Gioiosa Jonica (RC), BRUZZESE di Grotteria (RC)”

    NON MI PARE CHE NEL REGISTRO DEGLI INDAGATI FIGURASSE QUALCHE SOGGETTO CON IL COGNOME “AQUINO” E TANTO MENO IMPLICATI NEL SUDDETTO PROCEDIMENTO..

    SONO STATI IMPLICATI SOLO PERSONE DI MARINA DI GIOIOSA, E DI ALTRI PAESI , MA NULLA HANNO HA CHE FARE CON NESSUNO DEGLI AQUINO , PERCHÉ SI RIPORTANO NOTIZIE FALSE? FATEVI DIRE LA VERITÀ E NON ASSURDITÀ !! FATEVI DARE L’ORDINANZA COSI’ POTETE STABILIRE DA SOLI QUALE SIA LA VERITÀ!!!

    PIANO PIANO GLI AQUINO HANNO PURE LA RESPONSABILITÀ DEI CITTADINI DI MARINA DI GIOIOSA?
    COSI’ SI COSTRUISCONO I TEOREMI ED I ROMANZI .

    LASCIATE IN PACE LA GENTE PER I CAVOLI SUOI , E SE SIETE COSI’ BRAVI ED ONESTI , ANDATE AD ARRESTARE CHI LI COMMETTE I REATI!!!

    NON INVENTATE SEMPRE FILASTROCCHE DIFFAMANDO IN CONTINUAZIONE CHI LAVORA ONESTAMENTE E PAGA LE TASSE PURE PER COLORO CHE DOVREBBERO GARANTIRE LA LEGALITÀ E LA GIUSTIZIA !!!

    G I O R N A L I S T I A G G I O R N A T E V I ! ! !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...