Politica

Il Corriere dei liberi. A corrente alternata

Ecco l’ultima copertina del Corriere della Calabria, un settimanale calabrese che si professa libero. Facciamo un giochino. Ditemi quale notizia manca.

Dài, vi do una mano. Forse manca questa notizia:

La rivincita di Luigi de Magistris 
In Cassazione rivive l’inchiesta Why Not

Il presidente della Suprema Corte, Giovanni De Roberto, ha annullato la decisione del gup di Catanzaro e rinviato gli atti ad altro giudice per un nuovo giudizio. Riconosciuta l’esistenza dell’associazione per delinquere di cui facevano parte politici, amministratori e imprenditori

(Il Fatto Quotidiano)

Uhm, strano che un giornale libero non inserisca neanche uno “strillo” in copertina. Eppure la Cassazione ha scritto che:

Lo stabile sistema di illeciti accordi tra Saladino e i pubblici funzionari regionali è emersa dalle dichiarazioni accusatorie rese dalla Merante, stretta collaboratrice di Saladino, da Tursi Prato e da Arturo Zannelli, dichiarazioni che, coma ha rilevato la ricorrente (la Procura generale di Catanzaro ndr) la sentenza impugnata (quella di Mellace ndr) ha ritenuto aprioristicamente e illogicamente inattendibili, nonostante abbiano trovato riscontri concreti in una serie di elementi probatori e di fatto posti a base della condanna del Saladino per gran parte dei reati fine”.

O forse stano non è, visto che il direttore del Corriere della Calabria era lo stesso di Calabria Ora quando Calabria Ora se la prendeva un giorno sì e l’altro pure con De Magistris e contro la sua inchiesta che ora la Cassazione fa “rivivere”. E si sa, gli uomini liberi non chiedono mai scusa.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...