Politica

Fiducia, Berlusconi parla da solo

Tra pochi minuti il premier Silvio Berlusconi parlerà a mezza Camera dei Deputati. L’altra mezza sarà fuori, per protesta. Lo hanno chiamato l’Aventino, ricordando la non felice tattiche delle opposizioni che boicottarono i lavori parlamentari lasciando libero Benito Mussolini di instaurare la dittatura negli anni Venti. Ma non è l’Aventino, questa volta. Perché domani, venerdì 14 ottobre, l’opposizione tornerà in Aula per votare contro la fiducia al governo. Perdendo. Ancora.

Ma la mossa delle minoranze è intelligente. Il Paese vedrà un premier ridotto a parlare da solo davanti a Scilipoti, Responsabili e portantini vari. Vedrà un premier ripetere sempre le stesse cose. Vedrà un premier parlare sempre delle stesse riforme che da anni promette. Vedrà un premier che enuncerà lo stesso discorso alto preparato da Giuliano Ferrara per poi finire a parlare della solita magistratura eversiva.

La tristezza è che fra quelli di fuori, fra quelli delle opposizioni, non ce n’è uno che meriti la nostra fiducia. Per questo, non rimane che gridare, insieme agli Indignati di tutto il mondo: “Que se vayan todos”.

Annunci

2 thoughts on “Fiducia, Berlusconi parla da solo

  1. in quelli che stanno fuori qualcuno di normale c’è, si contano sulle dita sia chiaro, è che in molti si dovrebbero fare da parte per farci respirare…
    un saluto

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...