Società

Il Sud dovrebbe amare Giorgio Bocca

Il Sud dovrebbe amare Giorgio Bocca. Amarlo, invece che odiarlo. Amarlo, invece che inveirne contro. Amarlo, invece che tacciarlo di razzismo. Amarlo, invece che denigrarlo. Basta leggere “Aspra Calabria” che la casa editrice calabrese Rubettino (non veneta o lombarda o vicina alla Lega Nord) ha ripubblicato per farsi un’idea di chi fosse Bocca.

Mi pare, invece, che ne parli così, a vanvera. Si prendono due parole su YouTube, due-tre frasi in qualche libro della sterminata opera giornalistica di Bocca. E via, il gioco è fatto.

Bocca sferzava il Sud. Lo frustava. Lo violentava. Ma per cercare un segno di vita. Un sussulto di dignità. Ma niente. Non vedeva nessuna risposta, nessuna voglia di riscatto. E alla fine ha odiato il Sud. Lo ha odiato come si può odiare la persona amata che non ricambia. Questo era Bocca, altro che razzismo.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...