Politica

No a Roma 2020. C’erano pure dubbi?

Eravamo, oggi, appesi alle labbra di Mario Monti. Roma sarà candidata per le Olimpiadi del 2020? No, per fortuna. A parte il fatto che candidata non significa automaticamente scelta. Ora come ora potremmo essere superati nelle preferenze perfino dagli azeri di Baku (e non è uno scherzo). Mi sorprende, però, che si sia spinti fino a questo punto con una stupida illusione.

Attenzione. Non è l’Italia non essere in grado di organizzare un grande evento. Torino, con le olimpiadi invernali del 2006, è rinata. E’ Roma, nel suo avvitarsi di cricche, di poteri, di massonerie, a essere inadeguata.

Vi ricordate i mondiali di calcio di Italia 90? Ecco che cosa scriveva il Corriere della Sera nel 1995:

Basta ricordare che la maggior parte dei cantieri venne aperta appena un anno prima di “Italia ‘ 90” e che alcune inaugurazioni furono una farsa (i lavori non erano terminati)
(…)
Che cosa resta invece dei Mondiali? Ecco una breve rassegna delle principali Opere che per un anno (dal luglio ‘ 89 al giugno ‘ 90) hanno trasformato la Capitale in un maxi cantiere. Il Beaubourg vuoto di Ostiense. Cattedrale nel deserto, surreale Beaubourg del nulla, il Terminal di Ostiense e’ il simbolo di “Italia ‘ 90”. Ancora non si capisce a cosa possa servire, eppure se ne sta li’ , imponente quanto inutile monumento. E costato 350 miliardi e avrebbe dovuto accogliere almeno 40 mila passeggeri al giorno.  

E via sprecando.

Vi ricordate i mondiali di nuoto? Lasciamo stare, per carità di patria, le inchieste giudiziarie, gli Anemone, i centri massaggi, Bertolaso ecc. Ecco che cosa ha scritto qualche giorno fa Libero:

Un vero  e proprio flop diventato purtroppo famoso anche per le indagini giudiziare sulla Cricca degli appalti e per i clamorosi ritardi nella realizzazione delle opere. Si evitò una figuraccia internazionale solo utilizzando gli impianti del Foro Italico costruiti niente meno che per le Olimpiadi del 1960. Cinquantanni prima. La cittadella che invece doveva ospitare l’evento deve, ai giorni nostri e a 3 anni di distanza dal Mondiale, essere ancora compleatata. Mancano ancora, villaggio olimpico,  velodromo e altre strutture. Un intervento che grava sulle casse del Comune per 500 milioni di euro. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...