Senza categoria

Delio Rossi, sarò un moralista ma tu sei un violento

Quindi, l’Italia ha deciso che Delio Rossi, l’ex allenatore della Fiorentina, ha fatto bene ad aggredire il 18enne Lijaic. E sì, ha fatto bene il piccolo imprenditore ad assaltare con un fucile la sede delle agenzie delle entrate e a rischiare ad ammazzare uno e a tenere in ostaggio  alcuni dipendenti.

Aiuto, fatemi scendere da questo Paese impazzito che ha tanta voglia di menar le mani, una nazione di rancorosi, di frustrati pervertiti che si eccitano con le ragazzine nude in tv salvo poi saltare addosso a chi predica diritti per le donne. Che godono nel dolore degli altri dei talk show salvo poi gridare alle telecamere del cinismo dello Stato. Che evadono le tasse come sciacalli salvo poi lamentarsi degli ospedali pieni e delle aule di scuola decadenti.

Io sono con te, caro Adem Ljajic. Contro tutti quelli che si ergono a paladini del sistema ma non sopportano un applauso di schermo o la risata ironica o la critica sfacciata e aperta. Contro tutti quelli che si ammantano delle loro certezze ma hanno paura, terribilmente paura del ragazzino al di fuori degli schemi.

Lei, signor Delio Rossi ha denunciato il moralismo e il perbenismo degli italiani. Ma il perbenista è lei. Il moralista lei. Agli arbitri ogni domenica viene offesa la mamma eppure non si sognano di menare qualcuno. E non mi pare che lei, signor Delio Rossi, abbia mai fermato una partita quando i suoi tifosi ricoprivano di insulti il “corvo nero”.

Lei, signor Delio Rossi, si deve solo vergognare. E fa bene il papà del giocatore a denunciarla. Perché è lei, signor Delio Rossi, lo specchio malato di questo Paese.

Annunci

10 thoughts on “Delio Rossi, sarò un moralista ma tu sei un violento

  1. Ed ecco che non poteva mancare il paladino del bastian contrario..

    Detto questo:

    Sto con Delio Rossi.
    Sono arcistufo di questi bambocci viziati e dei loro comportamenti
    Lanciano le maglie per terra, sputano, insultano,si fanno espellere per proteste lasciando la squadra in 10, inscenano dei drammi se sostituiti, si permettono di zittire il pubblico solo perchè fanno un gol (dopo4-5 partite da 4 in pagella) dimenticando che il tifoso è “sovrano” e paga i loro agi, le loro Ferrari e le puttane di cui si circondano.
    Se lo spettatore ti fischia e ti contesta questo altro non è che il giudizio della tua prestazione e del tuo atteggiamento in campo; inoltre, e questa non è retorica e se lei caro Riitano ha mai praticato degli sport di squadra dovrebbe saperlo, prendersela per una sostituzione in maniera così palese (non si sono mai permessi ciò neanche Maradona, Pelè, Cruiff e persino the king George Best) è un gravissimo atto di sfiducia e scarso rispetto nei confronti di un tuo compagno che sta zitto in panchina aspettando il suo turno !
    INAMMISSIBILE che un cafoncello di 20 anni si permetta di mancare platealmente di rispetto ad un onesto lavoratore di 52 anni ( potrebbe essere suo padre ) come Delio Rossi, che paga il primo prezzo per la gestione di una stagione, e che soprattutto ha la libertà, in quanto allenatore di prendere tutte le decisioni che vuole per il bene della squadra e del risultato (come espressione della gestione delle risorse in possesso)
    .
    Preferisco una persona vera che sbotta piuttosto di uno sempre pronto a polemizzare e a strumentalizzare qualsiasi azione o fatto pur di ricordarci che siamo un Paese malato, ricercando ciò con un certo sadismo.

    P.S. se lei ha mai giocato o fatto parte di un gruppo in maniera “ATTIVA”, probabilmente avrebbe evitato questo post

    1. Apprezzo però allo stesso tempo la decisione della società calcio Fiorentina di esonerare Delio Rossi come condanna del gesto.

      1. Caro il mio cuor d leone che si cela dietro l’anonimato (classica ipocrisia italiana di cui tu sei fiero alfiere), se avessi letto i giornali avresti letto che sono in pochi a difendere il giocatore. Persino il giornale e feltri lo attaccano. Caro il mio coglioncello, stavolta sei caduto tu nella demagogia

  2. Sentire lei che parla di cuor di leone mi fa particolarmente sorridere ma sorvolerò su questo…

    Se vuole posso favorirle quando vuole le mie generalità e sono anche disposto ad incontrarla per un caffè

    ed una chiacchierata, non mi tiro indietro davanti ad un confronto intellettuale, sempre se di questo si

    parli, così capirebbe meglio la differenza tra capacità critica e rispetto.

    Sorvolerò sugli insulti volgari e gratuiti con cui mi apostrofa, visto che non essendo un

    giornalista, probabilmente mi son perso il corso in “Metodologia della Volgare Lingua applicata all’arte

    Denigrativa contemporanea” anche se però mi sorge un dubbio:

    ma non era lei quello che si lamentava degli schiamazzi della società attuale, delle urla da talk show,

    dell’uso dell’insulto volgare e gratuito in maniera sistematica in Italia??

    Detto ciò, la mia non è demagogia ma semplice presa di posizione nei confronti di una situazione e trovo

    grave, anzi gravissimo che lei cerchi di delegittimare il mio pensiero collegandolo a giornali o giornalisti di

    cui lei non mostra particolare apprezzamento semplicemente perché hanno una visione diversa dalla sua,

    Se lei mi conoscesse saprebbe bene che non mi fermo alla lettura di 2-3 giornaletti di quartiere o di fazione,

    e probabilmente dal vivo metterebbe da parte la sua boria ed il suo impavido animo da leone da tastiera.

    1. Guarda,ti posso dire che sei coglioncello anche dal vivo. Le tue generalità me le dici in pubblico. Non in pubblico. Secondo. Rossi ha alzato le mani solo dopo l’applauso ironico. Se secondo te questo basta per menare le mani bene, dimmi dove abiti così ti gonfio. Sempre con rispetto eh

      1. giusto alcuni articoli di quei “pochi e sconosciuti giornali” che difendono il giocatore…

        Repubblica:
        http://www.repubblica.it/rubriche/visti-dallala/2012/05/02/news/juve_mancata_cattiveria_rossi_da_condannare-34358573/

        http://bocca.blogautore.repubblica.it/2012/05/02/scudetto-champions-e-salvezza-commentiamo-il-campionato-insieme/

        Corriere della sera:
        http://losconcertoquotidiano.corriere.it/2012/05/04/delio-rossi-squalifica-sbagliata/

        L’unità:
        http://www.unita.it/sport/i-quasigol-i-calcio-senza-fondo-br-rossi-assale-ljajic-video-1.407150

        Giusto per la cronaca, si sono schierati dalla parte dell’allenatore o perlomeno non lo hanno attaccato, Massimo de Luca (rubrica Corriere della Sera), Il giornale e parzialmente Libero..
        I restanti giornali e media si pronunciano in democristiano modo

    2. giusto alcuni articoli di quei “pochi e sconosciuti giornali” che difendono il giocatore…

      Repubblica:
      http://www.repubblica.it/rubriche/visti-dallala/2012/05/02/news/juve_mancata_cattiveria_rossi_da_condannare-34358573/

      http://bocca.blogautore.repubblica.it/2012/05/02/scudetto-champions-e-salvezza-commentiamo-il-campionato-insieme/

      Corriere della sera:
      http://losconcertoquotidiano.corriere.it/2012/05/04/delio-rossi-squalifica-sbagliata/

      L’unità:
      http://www.unita.it/sport/i-quasigol-i-calcio-senza-fondo-br-rossi-assale-ljajic-video-1.407150

      Giusto per la cronaca, si sono schierati dalla parte dell’allenatore o perlomeno non lo hanno attaccato, Massimo de Luca (rubrica Corriere della Sera), Il giornale e parzialmente Libero..
      I restanti giornali e media si pronunciano in democristiano modo

  3. Scusate se mi intrometto, ma capitando in questo blog per caso (ben fatto, per la cronaca), e leggendo
    l’articolo, mi son venute in mente un paio di considerazioni:

    Secondo me:

    1) Delio Rossi ha fatto bene a dare una lezione a Lijacic. Se il padre di quest’ultimo, avesse insegnato un po’ di educazione al figlio, probabilmente si sarebbe trovato con un piagnucoloso in meno, piuttosto che con una ridicola denuncia in più.

    2) Mettere sullo stesso piano Delio Rossi ED il piccolo (perchè piccolo?) imprenditore (già entrambi non comparabili per nulla al mondo), addirittura con “rancorosi,frustrati pervertiti che si eccitano con le ragazzine nude in tv salvo poi saltare addosso a chi predica diritti per le donne.” etc etc, mi sembra alquanto ridicolo. Sembra la stessa propaganda becera dei politicanti democratici di oggi, usata più per sminuire eticamente l’avversario, che per controbattere ad un’idea.

    3) Della situazione critica che stanno vivendo gli imprenditori, i commercianti, ed i lavoratori (suicidati) di oggi, neanche ne voglio parlare, perchè non sarebbe questo il luogo ed il modo adatto per farlo.

    4) “Contro tutti quelli che si ergono a paladini del sistema ma non sopportano un applauso di schermo o la risata ironica o la critica sfacciata e aperta.”: giuro che per un attimo ci avevo quasi creduto, nella buona volontà dell’autore,intendo. Poi però leggendo i commenti che ha lasciato al lettore qui sù (che sinceramente, inviterei caldamente a lasciar perdere questo blog, viste le offese gratuite ed i toni utilizzati contro di lei), mi son dovuto ricredere.
    L’Autore ha dato un’ottima dimostrazione di cosa sia la democrazia oggi: un posto dove si predica bene (e mica poi tanto) e si razzola malissimo. E’ riuscito nel giro di poco più di 4 ore (tra la scrittura dell’articolo e il suo primo commento), ad essere incoerente con se stesso, dimostrando di avere nel proprio io quel modo di fare facinoroso che tanto critica. Sono costretto a ricredermi sull’Autore, se non altro di quell’immagine dell’autore che mi ero fatto leggendo alcuni suoi post. E’ lei il rancoroso, e il paladino del sistema che non sopporta applausi di scherno e/o critiche sfacciate e aperte.

    Detto ciò, penso di abbandonare la lettura del blog, e non di per vigliaccheria (di certo non è scrivendo alla tastiera offese che si dimostra coraggio, lo si dimostra nella vita reale) ma per evitare inutili perdite di tempo.

    p.s. L’Autore immagino abbia aperto un blog per avere un confronto con persone qualunque (come il sottroscritto o il suo precedente lettore), che magari la pensano diversamente. Se preferisce gettare sentenze, consiglio di scrivere un Diario segreto. Rifletta.

    1. io non sono pagato miliardi per subire in silenzio (o almeno così dovrebbe essere) insulti e risatine ironiche.
      Me ne farò una ragione, se lei non voglia tornare su questo blog. Sa, penso proprio che sopravviverò su questo. E sa un’altra cosa? Siccome per lei e l’altro personaggio che pontifica sempre la violenza è accettabile, quando domani i black bloc distruggeranno una intera città, non indignatevi. E sa un’ultima cosa? Seguendo il ragionamento suo lei e dell’altro commentatore-pontefice, Breivik è un assassino ma quei ragazzini, in fondo, se la sono cercata.
      Via via, largo. MI state ammorbando.

      1. Ma lei non giustificava la violenza partigiana quelche post fa? Lo capisce che non può mettere tutto sullo stesso piano? Delio Rossi e Breivik, l’imprenditore e i Black Bloc…più che un giornalista precario, lei sembra onanisticamente divertirsi a fare sfoggio di parole in libertà. Ora sono davvero costretto ad andare. Comincia il mio turno ai servizi sociali. Altro che violenza, cerco di dare una mano davvero io.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...