Società

Polizia criminale

Oggi, sabato 30 giugno, a Milano una fiaccolata ricorda la morte Michele Ferrulli, pestato a morte un anno fa da alcuni poliziotti chiamati dai residenti per una (presunta) lite. Nello stesso giorno si viene a sapere che la polizia, la benemerita polizia, che dio ce la conservi in salute, si è resa responsabile di un altro pestaggio, finito solo per miracolo con una persona gravemente ferita e non mandata al creatore.

Due poliziotti sono stati arrestati dai colleghi per aver aggredito un pensionato di 63 anni. Si sa, infatti, che vecchietti di 63 anni fanno parte di una pericolosissima frangia eversiva che minaccia l’esistenza dello Stato. E i nostri due eroi, Federico Spallino e Davide Sunaseri, sprezzanti del pericolo e sfidando le armi del 63enne, fra cui un’ubriacatura molesta, gli han dato proprio una bella lezione.

Ma il pubblico ministero di Milano, sprovvisto di senso dello stato, non solo ha chiesto, e ottenuto, l’arresto dei due, ma scrive anche:

La telecamera posizionata lungo viale Gorizia documenta una narrazione del tutto differente, rispetto a quella riportata nella ”relazione di servizio” dei due agenti, i quali avevano detto di essere stati aggrediti dall’uomo che era poi caduto ”di faccia”. Sul volto dell’anziano, invece, sono state riscontrate ‘un impressionante numero di fratture. L’uomo, certamente alterato da assunzione di alcol compie un gesto tanto insensato quanto risibile e si toglie la giacca e segue i due, rimanendo poi fermo al centro della carreggiata.
Quello che nemmeno un pubblico ministero con anni di esperienza quale chi scrive avrebbe mai potuto immaginare e’ la reazione fredda ma bestiale dei due che dovrebbero essere rappresentanti dell’ordine. Prima un pugno quando l’uomo e’ ancora in mezzo alla strada, poi un calcio in pieno volto di violenza inaudita da parte dell’altro poliziotto. Nel lieve sobbalzo del corpo, le cui immagini la telecamera impietosamente ci trasmette, sembra poter percepire il rumore delle ossa che si frantumano. L’uomo ”esanime” viene ”trascinato” dall’altro lato della strada dove l’aggressione prosegue. Le fratture in faccia, una quarantina in totale, sono elencate nelle carte delle indagini.

Pensate. L’uomo, non solo era ubriaco, ma osava anche togliersi la giacca davanti ai poliziotti. Che sfacciato. Se l’è cercato. Proprio cercato. Altro che polizia criminale. Ce ne fossero di poliziotti così, coraggiosi e virilmente ligi al dovere.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...