Politica

Polizia à la carte

SOLO-SU-ORDINAZIONE

Una domanda viene lecita, leggendo e inorridendo per il caso della Shalabayeva, la moglie dell’oppositore kazako rispedita nelle fauci del lupo. Ma la polizia di questo strano paese, è il quesito, è una forza dell’ordine o un manipolo di grette guardie private agli ordini di questo o quel partito, di questo o quel figuro politico?

Ricordate il G8 di Genova e le polemiche che seguirono alla ormai accertata visita di Gianfranco Fini nelle caserme prima e durante la mattanza terroristica a cui fu sottoposta quello splendido movimento no-global?

Ora ci risiamo. La polizia che si piega ai voleri di un ex primo ministro, Silvio Berlusconi, e del suo scagnozzo, Angelino Alfano, ed espelle una donna e una figlioletto dopo aver picchiato il cognato (oh sì, ci potete scommettere che lo abbiano picchiato).

Dice giustamente Matteo Renzi: “In questo paese paga sempre la polizia, mai la politica che la guida”.

Reste la domanda. La polizia lavora per i cittadini o per i potenti?

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...